mercoledì , 20 settembre 2017
Come sono diventata una puttana

Come sono diventata una puttana

Sono diventata una puttana perchè fin da piccola avevo una forte attrazione per il sesso, quello subdolo, quello sporco, quelle delle grandi scopate, e fondamentalmente sono una grande esibizionista oltre che una grande zoccola, e mi piace, perchè adoro scopare. Fin dall’asilo mi piaceva mettermi in mostra, giocavo a far spogliare i bambini e volevo che loro mi toccassero proprio come nei film porno che mio padre mi lasciava guardare. Poi alle medie ho iniziato a mettere vestiti attillati e magliette bianche senza reggiseno per farmi vedere, finchè a 14 anni scappai di casa per fare la puttana. Un giorno incontrai un ragazzo di strada, mi sorrise, mi disse che avevo un belo culo, e allora mi lasciai toccare ovunque, gli presi in mano il cazzo e lo infilai in bocca, senza nemmeno sapere il suo nome. Lui mi chiamò troia e la cosa mi fece piacere, tant’è che cercammo un luogo appartato per fare sesso anale. Mi fece mettere a quattro zampe, completamente nuda, e mi disse “cagna cammina”, poi si chinò sopra di mè e mi infilò il suo cazzone nel culo. Gli dissi ” mi stavi violentando?”, lui mi rispose ” le troie non si violentano, sono troie”, e tutto ciò mi piacque così tanto che subito consumai l’orgasmo. Non era la prima volta, mi avevano già sfondato il culo dietro all’oratorio, un giorno che avevo le mie cose e non potevo scopare. In quest’occasione abbiamo goduto entrambi, senza presentarci, senza baciarci. Poi lui mi disse, “se torni stasera ti presento un mio amico”, e così feci, ritornai alle nove con il buio. Lui ed il suo amico, un tipo losco, erano già lì ad aspettarmi. Lui gli disse ” E’ lei la troia!”. Così il suo amico mi disse “spogliati allora, muoviti”. Ci misi pochi attimi a togliermi i jeans, il maglione, il reggiseno, le mutande, faceva freddo ma a nessuno importava. Mi hanno scopata entrambi, insieme, senza preservativo, avevo un cazzo nel culo ed uno nella figa ma sapevo che ancora tutto questo non mi bastava, volevo di più. Anche per questo sono diventata una puttana. Poi mi dissero se non avevo un’amica per il giorno dopo. E così fu, l’indomani mi presentai con un’amica, anche lei vogliosa, con le tette grandi, forse ancora più porca e più troia di me, con il doppio dei miei anni. I due le dissero di stare seduta a guardare e di riprendere la scena con un video, lei lo fece, e questa volta arrivò dalla via un terzo ragazzo, mi dissero “visto che ieri sera non ti è bastato, vediamo se ti basta adesso…”. In pochi minuti mi ritrovai nuovamente un cazzo in bocca, uno nella fica ed uno nel culo. Mi dissero ” Ti basta adesso, troia?”. Non dissi nulla. Finito e rivestita, la mia amica mi disse “ero preoccupata… pensavo ti stesse stuprando…“. Ma di li a poco toccò a lei la stessa sorte. La sentii urlare ed imprecare, mentre mi allontanavo a prendere un pacchetto di sigarette alla macchinetta. Quando tornai lei non c’era più. Mi dissero” ma che cazzo di amica ci hai portato? Noi abbiamo ancora voglia, vieni qui, spogliati di nuovo” e così feci. Mi ricordo ancora quelle mani strette, i colpi serrati, l’odore, lo rifarei senza problemi, perchè sono diventata un “animale”, nel senso becero e deteriore di quel termine. Io troia, io puttana, io animale, io sporca ma felicemente scopante, anche quando potrebbe trattarsi di sesso estremo e persino di stupro, ma a me piace questo e tutto questo mi eccita, perchè per mè è questo il vero senso del sesso. Non mi piace scopare a letto, non provo nessuna eccitazione. Faccio da sempre sesso occasionale, per le mie amiche sono rimasta quella che avrebbe avuto un trauma da piccola, loro non comprendono che a mè possa piacere veramente “una cosa così”, che per sentirsi realizzata devo sentirmi troia anche nell’animo. Per questo le mie amiche devono stare serene, a loro forse non piace ma a mè si. Trombare è la mia missione, e se trovassi te per la strada, mi lascerei scopare anche tutta la notte, come piace a te, e mi lascerei fare di tutto, anche dai tuoi amici, perchè il sesso è la libertà animale che deve essere lasciata libera. E con i cani in gabbia, è ancora più bello, perchè quando liberi il guinzaglio, loro si accaniscono sopra di te, ed il cazzo lo devi sentire forte e duro per godere davvero, sulla soglia del dolore.

telefono erotico ragazze telefono erotico mature telefono erotico padrone

telefono erotico trans telefono erotico zitto e godi telefono erotico carta di credito