Sesso con la zia

Sesso con la zia

Ho una zia meravigliosa, che ha solo 10 anni in più di mè, quindi viene a ballare in discoteca con me ed esce con la me ed i miei amici. Uno dei miei amici più cari la vide una sera e mi confessò che lui aveva voglia di trombarsela. Mi disse di combinare una serata e così capitò una cosa strana. A questo punto devo fare però anche una premessa ed è che io ed i miei amici, non solo frequentiamo i locali notturni in svariate serate della settimana, ma ci scambiamo anche le donne, o almeno, quelle che trombano meglio, però la zia non l’aveva ancora provata nessuno. Così una sera invitai la zia a venire con mè e con gli amici in un nuovo club privè dove nella prima sala proiettavano film porno per riscaldare gli animali, poi si passava nelle successive sale dove si andava a fare sesso. La zia si eccitò subito per via del film porno e fu subito attratta dal lungo corridoio che portava alle camere con i vetri trasparenti e dove ci si poteva accomodare sui divanetti per vedere le altre coppie che scopavano all’interno delle varie stanze, ognuna destinata ai vari piaceri del sesso, incluse le stanze sadomaso tutte accessoriate. Ad un certo punto la zia mi disse che il ruolo della “guardona” iniziava ad andarle stretto e che aveva bisogno di scopare. La zia era attratta dalla stanza “Tris”, ovvero, una coppia entrava e lasciava la porta semiaperta, se un’altra persona voleva entrare poteva condividere la serata di sesso. Dopo parecchi drink la zia mi disse “entriamo!”. Ero confuso ma l’idea di scoparmi mia zia mi eccitava tantissimo tant’è che avevo già il cazzo dritto e duro. Mi prese la mano e ci infilammo in questa stanza. Alle parete c’erano quadri dedicati all’erotismo ed un maxi schermo con film porno, i più porchi che avessi mai visto. La zia mi disse “ho voglia di scopare, lascia la porta aperta voglio farmi tutti i tuoi amici, voglio fare l’orgia della mia vita che mai potrò dimenticare e adesso spogliami e sbattimi”. Lei iniziò a sbottonarmi la camicia ed i pantaloni, in pochi minuti ero nudo sopra di lei. Nessun preliminare, le infilai subito il cazzo nella fica e lei godeva veramente come una cagna in calore, e sapevo bene che i miei amici ci stavano guardando e che non vedevano l’ora di infilare i loro cazzi nella figa di mia zia. E così fu, dopo avere io per primo, scopato la zia, entrò il mio più caro amico Giorgio, che si spogliò in fretta, e lei guardandolo arrapata disse “no, Giorgio, mi giro, ci saprai fare, vero?”. Lui le disse “certo zietta, ora ti mostro”. Le leccò le natiche mordicchiandole e poi non perse tempo ad infilarle il cazzo nel culo, mentre lei si masturbava mettendo le sue dita nella fica. Poi mi disse, “vieni dalla zia, voglio il tuo cazzo in bocca”, e mentre Giorgio le sfondava il culo, lei mi faceva il più bel pompino che nessuna prima d’ora mi avesse ancora fatto. Non potevo credere che la zietta fosse così troia, e cosa potevano pensare ora i miei amici, se no a scoparsela tutti quanti? E così fu, una colossale orgia, 5 cazzi nel culo, nella fica, in bocca e tra le tette di mia zia, mentre lei godeva come una porca, e mentre la telecamera nella stanza registrava ogni cosa, per un “video ricordo” della serata. Continuammo per diverse ore, forse non era tanto eccitante la scopata, a cui eravamo abituati, ma il fatto che tutti insieme stessimo scopando la zia, anzi, mia zia. Quando ce ne andammo ci disse “grazie, ragazzi, è stata la serata più porca della mia vita”.

telefono erotico ragazze telefono erotico mature telefono erotico padrone

telefono erotico trans telefono erotico zitto e godi telefono erotico carta di credito